Tipologie di Procedimento

Visite: 276

Responsabile di struttura:

Comandante della Polizia Locale é Il Responsabile diretto dei servizi e del personale facente capo alla medesima Struttura; studia leggi e Decreti della Repubblica, Circolari, Bollettini etc.; Istituisce gruppi di lavoro nell’ambito del settore; È Responsabile della tenuta del Cronologico delle determinazioni della struttura; Svolge le funzioni previste dall’art. 107 del T.U. approvato con D. Lgs. n. 267 del 18.8.2000 previo incarico con decreto Sindacale.

Le attività demandate al Corpo di Polizia Locale sono regolamentate dalla legge 07/03/86, n. 65 e dalle LL.RR. n. 2 del 24/01/1989 e n. 37 del 16/12/2011 nonché dal regolamento di Polizia Municipale adottato con deliberazione consiliare n.154 del 02/08/96, esecutiva. Fra tali attività si inseriscono, altresì, quella del servizio rimozione coatta dei mezzi.

 

Polizia Municipale:


Nell’ambito del territorio comunale al Corpo di Polizia Municipale sono demandati o seguenti compiti: vigilare sull’osservanza delle leggi, regolamenti, delle ordinanze e di ogni altra disposizione emanata dallo Stato, dalla Regione o dall’Amministrazione Comunale, con particolare riguardo alle norme concernenti la polizia stradale e la polizia amministrativa in materia di edilizia, del commercio, della tutela dell’ambiente, dell’igiene, dei pubblici esercizi; assolvere alle funzioni di polizia amministrativa attribuite al Comune dalle leggi vigenti; prestare soccorso e svolgere funzioni di protezione civile in occasione di pubbliche calamità o disastri, d’intesa con gli organi competenti, nonché in caso di privati infortuni; adempiere compiti di polizia giudiziaria e/o funzioni ausiliarie di pubblica sicurezza ai sensi degli artt. 3 e 5 della legge 7 marzo 1986 n.65, nonché alle disposizioni vigenti del codice di procedura penale; raccogliere notizie o effettuare accertamenti e rilevazioni, che su richiesta degli organi comunali competenti, nei limiti dei propri compiti istituzionali; concorrere al mantenimento dell’ordine pubblico ai sensi e con le procedure dell’art.3 legge 7 marzo 1986 n.65; prestare servizio d’onore e rappresentanza in occasione di pubbliche funzioni, manifestazioni o cerimonie, o fornire su disposizione del Sindaco, la scorta d’onore al gonfalone del Comune e, sempre nell’ambito comunale, a quello della Regione;Vigilare perché siano osservate le prescrizioni della pubblica amministrazione a tutela del patrimonio comunale; segnalare le deficienze rilevate o fatte rilevare in pubblici servizi o le cause di pericolo per la pubblica incolumità; il provvedere all’espletamento dei servizi di polizia stradale ai sensi delle norme del Codice della Strada; collaborare con le forze di polizia dello Stato nell’ambito del territorio comunale e nei limiti delle proprie attribuzioni, previa disposizione del Sindaco, quando ne venga fatta, per specifiche operazioni, richiesta motivata dalle competenti autorità; nei casi d’urgenza relativa disposizione può essere impartita dal Comandante del Corpo che né da comunicazione al Sindaco non appena possibile; di impegnarsi, forniti delle apposite cartine della città contenenti l’allocazione di monumenti e quant’altro, a dare ai forestieri le informazioni loro richieste. Educazione stradale negli istituti scolastici. Mette in atto le prime procedure di pre-allarme quando pervengono comunicazioni di previsione di emergenza o di calamità dandone notizia al Sindaco ed al Responsabile di Protezione Civile.
Vigilanza e controllo sulla efficienza delle strade comunali, interne ed esterne, nonché delle cunette, dei canali di scolo, e delle opere d’arte ad esse connesse. Tempestiva segnalazione al Settore Servizi Tecnici ed ai superiori organi del Comune delle strade che necessitano di manutenzione straordinaria all’approntamento dei progetti per l’esecuzione di nuove strade, per l’ampliamento o per la manutenzione straordinaria di quelle esistenti. Istituzione e tenuta aggiornata di tutti i grafici, degli elenchi ufficiali ed dei registri relativi alle strade interne ed esterne con la indicazione esatta della toponomastica e della relativa classificazione (strade comunali, vicinali etc.). Costanti rapporti con il Servizio Patrimonio e con il Servizio Statistiche e Censimenti in ordine alle variazioni ed all’aggiornamento del patrimonio viario ed alla toponomastica curando la collocazione dei numeri civici e delle targhe viarie. Servizi amministrativi e tecnici inerenti la segnaletica stradale. Attuazione e messa in opera ordinanza in materia di segnaletica stradale.
Predisposizione di tutte le opere previste nel Piano urbano del traffico; manutenzione della segnaletica stradale, istruzione di tutte le relative incombenze attuative.
Gonfalone Riscossione multe e autovelox Ricezione ed assegnazione corrispondenza. Rapporti con altri uffici -esame pratiche relative a controversie di lavoro in collaborazione con l’Ufficio Legale e richiesta di eventuali pareri in merito.
Istruttoria ed emissione Ordinanze Sindacali Ordinarie e/o contingibili ed urgenti concernenti la viabilità comunale.
Rapporti con l’ordine giudiziario e con gli organi di sicurezza pubblica.
Rapporti funzionali con i soggetti esterni gestori dei servizi di trasporto pubblico e/o connessi alla viabilità.
Cura e predisposizione atti di gara e affidamenti servizi relativi al settore.

 

Protezione Civile:


Predisposizione ed aggiornamento dei Piani Comunali di Protezione Civile.
Predisposizione di tutti gli atti che permettano la funzionalità e le attività dell’ufficio.
Attività di informazione alla popolazione con stampati e manifesti, e con conferenze e convegni anche con la collaborazione di esperti.
Protezione della popolazione dai pericoli di calamità, e superamento degli effetti immediati, e messa in atto dei primi soccorsi.
Ogni forma di prima assistenza ai cittadini colpiti da eventi calamitosi ed a superare l’emergenza con le iniziative necessarie per ripristinare le normali condizioni di vita.
Programmazione, mediante studi ed indagini, della conoscenza e dell’individuazione dei rischi. Pianifica le attività di coordinamento delle procedure operative di intervento da attuarsi nel caso in cui si verifichi l’evento calamitoso. Collaborazione con il Sindaco, che in caso di calamità assume la direzione ed il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione, attivazione della Sala Operativa. Mantenimento e coordinamento di tutti i rapporti tra le varie componenti che fanno parte del Centro Operativo Comunale (C.O.C.). Collegamento con l’Ufficio Regionale Protezione Civile, con la Prefettura, con l’Ufficio Provinciale di Protezione Civile, con Organi di Polizia, con i servizi Sanitari e con i Vigile del Fuoco, con le Società erogatrici di servizi e con le Associazioni di volontariato sotto le direttive del Sindaco.
Accertamento e segnalazione ai settori comunali competenti di eventualmente microemergenza.
Approntamento delle Ordinanze contingibili ed urgenti e di necessità per la salvaguardia dell’incolumità pubblica con relativa transennatura dei luoghi pericolosi sorvegliandone la esecuzione e dandone comunicazione agli organi competenti.
Analisi e valutazione preventive delle proposte elaborate da altri settori sull’impatto sulla sicurezza della collettività locale.
Studio, progettazione e realizzazione dei programmi integrati in materia di sicurezza.
Elaborazione e coordinamento di interventi, anche a carattere sperimentale, di prevenzione situazionale in raccordi con i settori e coni quartieri cittadini.
Elaborazione di nuove proposte tecnologiche sulla sicurezza.
Gestione dello “Sportello Sicurezza”.
Cura e predisposizione atti di gara e affidamenti servizi relativi al settore.

fonte: Delibera del Cosiglio Comunale n. 156 del 15.11.2017