BANDIERA UCRAINA

Emergenza Ucraina

Visite: 81

 

In merito all’accoglienza dei profughi provenienti dalle zone di guerra
 
 
il D.L. n. 16 del 28 febbraio 2022 ha previsto l‘ulteriori 3000 posti nel sistema SAI (Sistema Accoglienza Nazionale) e di ulteriori 5000 posti nell’ambito della rete dei Centri Temporanei di Accoglienza (CAS ) gestito dalle Prefetture. 
 
È stato inoltre previsto che i profughi ucraini potranno accedere al sistema di accoglienza indipendentemente dal possesso dello status di richiedente protezione internazionale o di altri titoli previsti dalla normativa vigente per l’accesso al SAI.
 
L’accoglienza sarà inoltre attuata utilizzando eventuali disponibilità di posti provenienti da istituzioni, associazioni o enti religiosi che intendono farsi carico dei relativi oneri economici. Tali disponibilità dovranno essere comunicati alla Prefettura di Brindisi per le valutazioni conseguenti.
 
 
- Le disponibilità solidaristiche ad accogliere, manifestate  da PRIVATI CITTADINI, dovranno essere comunicare  agli uffici dei servizi sociali del comune, per l’opportuna conoscenza e verifica.
 

Il modulo, di seguito allegato, dovrà essere compilato in ogni sua parte e inviato, insieme a copia di un documento di identità in corso di validità, al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nell’oggetto: “Manifestazione di disponibilità ad accogliere cittadini ucraini”. La compilazione e l’invio del modulo, al momento, ha solo carattere ricognitivo delle eventuali disponibilità presenti sul territorio.

 

- Per coloro che ospitano cittadini ucraini sul territorio comunale dovranno provvedere a formalizzare la comunicazione di ospitalità corredata dalla documentazione richiesta nel modulo allegato. La comunicazione di ospitalità può essere consegnata all'Ufficio Servizi Socilai o inviata alla pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Si procederà all'inoltro delle comunicazioni alla Questura di Brindisi - Ufficio Immigrazioni, alla Prefettura e allìASL  per consentirte la mappatura, il censimento dei cittadini ucraini accolti ed i successivi adempimenti amministrativi;

 

Informazioni aggiuntive per favorire la regolare permanenza sul territorio nazionale di profughi ucraini possono essere reperite sul sito del Ministero dell’Interno al seguente link: https://www.interno.gov.it/it/info-utili-lingresso-dei-profughi-ucraini-italia 

 

Per quanto attiene all’esigenza di indirizzare al meglio le altre iniziative di solidarietà, si consiglia di agevolare il ricorso ai canali solidaristici attivati dalle organizzazioni internazionali sia per quanto riguarda la raccolta di fondi e sia dei farmaci ricompresi nell’apposito elenco pubblicato dal Ministero della Salute.
 
 
Eventuale raccolta di generi alimentari e di indumenti la possiamo organizzare per sostenere l’accoglienza dei cittadini ucraini ospitati nel nostro paese. 
 
 
Concretizziamo una grande rete di solidarietà, più forte del virus, che possa far sentire la nostra prossimità alle tante persone che si trovano e si troveranno in difficoltà per rispondere alle esigenze primarie.
 
 
IL SINDACO
AVV. COSIMO MAIORANO
Torna su